Alda D’Eusanio a Rosalinda Cannavò: “Con Giuliano non è una bella storia d’amore”
Alda D’Eusanio a Rosalinda Cannavò: “Con Giuliano non è una bella storia d’amore”

Alda D’Eusanio a Rosalinda Cannavò: “Con Giuliano non è una bella storia d’amore”

La giornalista si esprime molto duramente nei confronti di Giuliano, e consiglia all’attrice ad aprire gli occhi

Alda e Rosalinda si ritrovano in veranda a parlare, e la giornalista apre un argomento molto delicato: la storia d’amore tra l’attrice e Giuliano.

In particolar modo si focalizza sulla loro prima rottura che le ha provocato tanto dolore: “Ma quando tu sei stata male è perché ti sei sentita rifiutata e abbandona, o perché lo amavi? È questo che devi capire”, le domanda Alda, in maniera diretta.

“Lo amavo, ma mi sentivo ferita, perché io ho cambiato la mia vita per lui ma quando ci siamo lasciati non mi ha mai fatto una telefonata pur sapendo che ero in un’altra città”, ammette l'attrice con un filo di voce.

A quel punto la nuova inquilina esprime il suo personale pensiero che lascia Rosalinda di stucco. “Perché ci sei tornata insieme? Perché sei insicura, ecco perchè,   questo legame era per te una sorta di piccola sicurezza, che volevi tu più di lui, se lui all’improvviso ti dice che non ti ama più è perché aveva un’altra sicuramente” .

L’attrice non è del suo stesso parere: “Lui mi ha ammesso che non aveva un'altra relazione”.

Ma Alda è sempre più convinta delle sue parole: “Per un anno non si scompare così, a chi lo vuole raccontare? Amore devi fare in modo di levarti di dosso questa patina di tristezza, lui contribuisce parecchio".

Nel frattempo alla conversazione si sono aggiunti altri inquilini, tra i quali Tommaso: “Questa non è una storia, ormai è accanimento. Ma te lo avevo già detto”, sentenzia deciso.

Rosalinda tenta una debole difesa nei confronti del suo fidanzato: “Lui ha fatto tanto per me, e comunque sono cose che vedremo io e lui una volta fuori di qui”

“Non è una bella storia d’amore, le cose le devi vedere dentro di te, e non insieme a lui”, conclude Alda molto pungente.