Antonella Elia a Paolo Ciavarro: “Perché sei amico di Fernanda e non mio?”
Antonella Elia a Paolo Ciavarro: “Perché sei amico di Fernanda e non mio?”

Antonella Elia a Paolo Ciavarro: “Perché sei amico di Fernanda e non mio?”

Antonella porta avanti la sua battaglia contro Fernanda

Antonella non ha ancora smaltito le tensioni accumulate durante la puntata così ha preferito trascorrere tutta la mattinata in disparte; sente comunque il desiderio di avere delle risposte da Paolo e lo prende in contropiede: “Perché ieri mentre piangevo non mi hai neanche toccato una spalla? Perché quando la puntata scorsa ho litigato con Fernanda tu sei andato a darle un bacio in testa, invece a me no. È così diversa la mia umanità rispetto a quella di una tua amica che hai conosciuto qualche settimana fa? Come essere umano non valgo nulla, non valgo una carezza, avete stretto un’amicizia così profonda, così eterna?”. Domanda tutto d’un fiato, e il tono usato sembra volto a ridicolizzare quell’amicizia.

Paolo riesce a prendere la parola: “Io non lo so, quello che ti posso dire, è che ho detto anche a loro che hanno esagerato, mi è dispiaciuto perché quello che è successo non è stato bello”, le confida con sincerità. Antonella non sente ragioni: “Io sono stata veramente trattata male da tutti, dalla signora Volpe, anche dal tuo amico Montovoli”, afferma, poi ritorna all’argomento che più le interessa affrontare: “Io mi rendo conto che la tua amica Fernanda è un’amica così importante, ma non hai avuto nemmeno il coraggio di toccarmi una spalla”.

L'inquilino tenta di giustificarsi: “Ma forse è un gesto che non ho sentito”. “Non lo senti? perché Paolo, perché?”, domanda Antonella usando lo stesso tono, “perché Fernanda è una persona così tanto simpatica?”. Paolo fa un passo verso Antonella per trovare un punto d’incontro, ma lei si scansa facendo crescere la tensione.

Paolo: “Ma perché ti metti a confronto con lei? Io le voglio bene a Fernanda”. Antonella si dimostra incredula: “Le vuoi un bene incontrollabile, è una persona così elevata e così per bene che è impossibile non volerle bene… voi accettate tutto di questa persona, e la ammirate. Un bravo ragazzo come te come fa ad avere quest’empatia con una persona così”, lo redarguisce.

Paolo sembra esausto dopo questa conversazione: “No so cosa dirti, io faccio solo quello che mi sento, sono così, e noi non ci conosciamo, pensa di me quello che vuoi”.

È un momento difficile per Antonella e il suo isolamento dal resto del gruppo è ogni ora più evidente. Speriamo che riesca a mettere da parte le divergenze e riunirsi ai suoi compagni.