Barbara Alberti: "Non vedo l'ora di scusarmi con Pasquale"
Barbara Alberti: "Non vedo l'ora di scusarmi con Pasquale"

Barbara Alberti: "Non vedo l'ora di scusarmi con Pasquale"

L'intervista esclusiva all'ex inquilina del Grande Fratello Vip

Sono passati diversi giorni dall'abbandono improvviso di Barbara Alberti dal Grande Fratello VIP 4 e l'ex inquilina, dopo essere tornata alla sua vita di sempre, ha accettato di aprirsi ai nostri microfoni, ecco cosa ci ha detto.
   
-Il percorso che è appena terminato è stato abbastanza impegnativo, volevamo chiederle: rifarebbe quest’esperienza?
"Per un mese la rifarei subito perché l’inizio è inebriante, nel senso che ci sono un sacco di persone di livello straordinario, persone molto interessanti. Io ero diffidente ma ad esempio Paola di Benedetto, Clizia, sono persone molto civili, aperte, intelligenti con cui è un piacere stare insieme. Rita Rusic è stata la mamma, finché c’è stata lei mi piaceva molto il rito di mangiare insieme, poi c’erano anche divertimenti come piscina, sauna. È una reclusione che ti permette di dimenticare quello che hai fuori, affetti, difetti, odi, amori".

-La stima e l’affetto che ha per Rita ormai li conosciamo, ma se dovesse scegliere qualcuno con cui andare a cena, chi sceglierebbe?
"Non sarebbe una persona sola, ci sono persone molto stimabili che vorrei veramente rivedere, alcuni li vorrei rincontrare fuori, ad esempio Aristide e poi Licia che è assolutamente un personaggio di una potenza straordinaria; Paola di Benedetto che guardavo con diffidenza invece è piena di vita, di curiosità e poi c’è Fabio Testi che, anche se mi parla dietro, pazienza, è un uomo con un grande fascino, con un grande vissuto. Con Adriana invece un tè potrei anche prenderlo; siamo molto diverse, io sono un’anarchica, lei è una donna d’ordine, coraggiosa. È una persona comunque interessante, intelligente anche se siamo ontologicamente diverse. La cosa che mi ha fatto indispettire è che volesse convertire un’anarchica come me, però alla fine è una persona civilissima, è venuta a chiedere di far pace".

-Abbiamo intervistato Pasquale qualche giorno fa. L’ex gieffino pensa di essere stato eliminato anche per il peso di alcuni suoi commenti e ora pretende delle scuse, è disposta a porgergliele?
"Il mio attacco a Pasquale era dovuto perlopiù all’intromissione violentissima di lui e Salvo nella vita di Pago. Con Pasquale non vedo l’ora di scusarmi perché un conto sono le battute, un conto sono le ripercussioni sulla vita personale. Ma non ho intenzione di frequentarlo fuori, non siamo affini io e lui, crede soltanto alle cose che dice. Ma dal punto di vista dell’intelligenza mi batte". 

-Lei ha sofferto tanto il meccanismo delle Nomination, ce ne vuole parlare?
"Mi straziava nominare. È un’angoscia che prende al di là della situazione anche se divertente. A me manca Il Confessionale, c’è una voce che ti soccorre giorno e notte, è un conforto straordinario".