Barbara Alberti: "Scrivo e poi me ne pento"
Barbara Alberti: "Scrivo e poi me ne pento"

Barbara Alberti: "Scrivo e poi me ne pento"

La scrittrice rivela a Fabio Testi le sue preoccupazioni

Prima della cena Barbara, rimasta in cucina con Fabio sorseggiando una tisana, incuriosita dal percorso del compagno di viaggio domanda “Tu sei mai stato in una situazione di reclusione?” sottolineando la difficoltà nel convivere serenamente con un gruppo così particolare.

Fabio allora, mostrandosi molto comprensivo verso i dubbi della scrittrice, la rassicura dicendo “Certo il distacco con la realtà è forte, ma ci si diverte molto, soprattutto quando è il giorno della puntata” ma Barbara, con voce amareggiata, aggiunge “Vorrei solamente fare di più, siamo un gruppo e potremmo organizzarci, avevo proposto anche delle lezioni con il professore” e subito Fabio le risponde “Questo è vero, vedo un certo narcisismo, alcuni sono molto concentrati su loro stessi”.

Barbara allora, rivelando le sue preoccupazioni sul futuro del gruppo, esclama “Vorrei che non si abbassasse la curiosità, ho la mia penna e taccuino ma scrivo delle sciocchezze e poi me ne pento, vorrei approfondire di più alcune biografie” e prontamente Fabio, incoraggiando la coinquilina, dice “Può capirate di perdere la concentrazione ma dovresti provare a cogliere qualcosa da ognuno qui dentro” invitando la scrittrice a studiare i comportamenti dei compagni di viaggio per stimolare la sua creatività.