Enrico e le donne
Enrico e le donne

Enrico e le donne

Il giovane veneto e l'approccio al gentil sesso

Discorsi importanti questo pomeriggio nel salotto della Casa.
Ivana sembra incuriosita circa gli interessi sentimentali di Enrico e vuole saperne di più :”Sembra che non ti piaccia nessuna!” Enrico le spiega che dapprima una ragazza lo colpisce per la sua particolare bellezza e che solo in seguito, una volta attirato dall’estetica, cerca di conoscerla. Afferma infatti: “Per quanto sia brutto da dire, per me l’estetica conta!”
Continua spiegando alla bella argentina di non avere una relazione sentimentale da ben tre anni e che questo non lo turba. Ivana non comprende e chiede: “Tu ti stai descrivendo come un predatore?” Il giovane veneto le fa capire che non vuole essere immaginato come chi cambia una ragazza a serata ma è la tipica persona che quando esce, cerca di conoscere persone nuove. Ivana: “Come un attaccante che cerca di fare goal” Enrico ammette ridendo:” Si ma che poi non li fa…per quello giocavo in panchina, perché non segno mai!” Con un susseguirsi di similitudini, fa capire due cose fondamentali del suo approcciarsi al gentil sesso: 1) punta sempre al top perché, come ha già specificato, la prima cosa che guarda è l’aspetto fisico 2) se riceve un rifiuto non si scoraggia e ci riprova. Conclude poi dicendo: “La mia ragazza deve essere calma perché se trovo una matta come me… In sostanza Enrico, essendo ancora giovane, non vuole accontentarsi e cercando una donna tranquilla dimostra quanto via vero che gli opposti si attraggono.