“Forse ho sbagliato io”
“Forse ho sbagliato io”

“Forse ho sbagliato io”

Francesco in un momento di malinconia si abbandona alle lacrime

Mentre in Casa la preparazione del pranzo coinvolge gli inquilini Francesco si isola dal gruppo; dal suo volto si capisce che qualcosa lo turba. Walter se ne accorge subito e lo segue in camera da letto “come stai? “ gli domanda e Francesco prova a spiegargli il motivo della sua malinconia. Neanche lui però riesce bene a inquadrare la ragione scatenante del suo malessere “questa casa, tante cose” prova a spiegare.

Walter continua con le domande, vuole approfondire la questione “cosa ti ricorda questa casa?” domanda e Francesco risponde secco “la storia precedente”. Il ragazzo ammette che nella Caverna non aveva la percezione completa della situazione, essere ora in Casa gli provoca delle emozioni contrastanti “Mi sento male, ho un blocco. Mi sto rendendo conto che forse sono scappato dal vivermi questo dolore”.

Walter prova ad approfondire, fa domande e prova a consolare Francesco che però è molto riflessivo, pesa le parole e cerca di non abbandonarsi alla sofferenza. Il ragazzo rivela che le sue storie importanti sono sempre naufragate per la stessa ragione “forse ho sbagliato io” afferma ma Walter non è d’accordo, non deve buttarsi giù ma affrontare la situazione con occhio critico per migliorarsi. La profonda spiritualità dell’attore lo porta a consigliare al ragazzo di trovare le ragioni profonde di questa sofferenza nella sua infanzia, nella sua famiglia.

Francesco ascolta i consigli del suo compagno, avere un amico con cui confidarsi e sfogarsi all’interno della Casa è una grande fortuna!