Francesco e Guenda, l'infanzia in fuga dalle telecamere
Francesco e Guenda, l'infanzia in fuga dalle telecamere

Francesco e Guenda, l'infanzia in fuga dalle telecamere

Il figlio di Alba Parietti e la figlia di Maria Teresa Ruta parlano del rapporto difficile con la fama

Rilassati in giardino, Francesco e Guenda, dopo aver discusso dei blocchi emotivi che affliggono l’uomo, inizia a parlare del rapporto che entrambi hanno avuto con la fama dei genitori, personaggi televisivi e in generale del mondo dello spettacolo.

I due concordano nel ritenere la loro infanzia condizionata dall'imposizione della celebrità nelle proprie vite; entrambi ricordano come quando da giovani arrivassero le telecamere in casa fossero saliti scappare via, mentre adesso hanno fatto pace con questo aspetto della loro vita.

Guenda riflette sul fatto che anche nella Casa si sta chiedendo se ha diritto a partecipare a un programma televisivo, notando di essere pronta a scappare al primo conflitto: ci sono persone, come lei e Francesco, che sono cresciute tra camerini e telecamere.

La ragazza ipotizza che il nodo conflittuale del telecronista con i suoi genitori riguardi proprio questo. In parte sì, risponde Francesco, che rievoca come abbia imparato sin da piccolo a domandarsi i significati delle immagini televisive.

L’uomo spiega come abbia scelto una strada completamente diversa dai genitori, facendo il commerciante e appassionandosi di sport, diventando poi telecronista e aspirando a diventare giornalista.

Francesco ricorda di aver anche rinunciato a importanti contratti televisivi perché non gli interessavano.