Guenda a Maria Teresa: "Ho un male di vivere profondo"
Guenda a Maria Teresa: "Ho un male di vivere profondo"

Guenda a Maria Teresa: "Ho un male di vivere profondo"

Madre e figlia si ritrovano a letto per un bilancio esistenziale dell'artista

Confronto molto intimo tra le coperte, nel cuore della notte, tra la coppia Maria Teresa - Guenda.

Le due dimostrano ancora una volta di avere un rapporto molto stretto e di saper scavare a fondo nelle proprie emozioni.

L’argomento è ovviamente quello del malessere provato dalla ragazza durante la scorsa puntata, che l’ha colpita all’improvviso.

Maria Teresa dice che probabilmente è stato acuito dalla situazione in cui si trova, la convivenza con degli estranei, nonché dal ricordo del nonno e dello zio.

La ragazza afferma di essere preoccupata dal modo in cui reagisce alle tensioni, essendo vittima di pensieri non belli. Maria Teresa le ricorda che avendo scelto la carriera artistica sin da piccola la ragazza ha affrontato difficoltà e momenti di tensione, sul palcoscenico come nella vita.

Guenda ammette di aver avuto troppi carichi negli ultimi anni, che sopporta sempre meno col passare del tempo. Maria Teresa la invita a esplodere, reagire anche con una certa durezza, tirar fuori la rabbia e Guenda concorda: “Potrebbe essere una chiave”.

Maria Teresa dice che forse l’esperienza del Grande Fratello sta suscitando una certa claustrofobia nelle due, abituate ad abitare la frenesia del mondo, tra tante persone, e a casa al contrario a contatto con la natura. Quindi la condizione in cui si trovano potrebbe generare ansia.

La madre ricorda che negli ultimi anni Guenda ha solo cercato di affermare la sua forza, le sue qualità, a causa anche della notorietà. ha dovuto vivere ritmi molto diversi. Questo gioco forse sta tirando fuori un malessere più profondo che avrebbe voluto mettere da parte, ma che deve risolvere perché fanno soffrire.

Guenda riflette tra lunghi silenzi: "Ho un male di vivere abbastanza profondo, ma non so se c’è una ragione."

Maria Teresa vorrebbe in qualche modo confortare la figlia ma è anche pragmantica, dicendo che non sa se è in grado di aiutarla, ma di volerci essere nel caso in cui abbia bisogno: "Posso dirti che la vita è bellissima ed è anche divertente stare qui."

Guenda allora risponde di essere felice, anche gioiosa, ma ogni tanto c’è qualcosa che la prende e la porta giù: "Non riesco più a vedere con chiarezza le cose, è come se il mondo perdesse sapori e colori."

Maria Teresa conclude allora con una battuta, alla quale entrambe ridono: tutti i veri artisti sono un po’ maledetti e soffrono, quindi se non altro il malessere di Guenda è sintomo del suo talento.