I sensi di colpa di Sonia Lorenzini
I sensi di colpa di Sonia Lorenzini

I sensi di colpa di Sonia Lorenzini

L’inquilina racconta a Dayane tutto ciò che non è mai riuscita a dire alla sua famiglia fino ad ora

Continua il momento di sconforto per Sonia Lorenzini che in un confronto con Dayane Mello mette a nudo tutte le sue debolezze.

Parole forti le sue, cariche di dolore, che lasciano immaginare quanto sia stato difficile per lei reprimerle così a lungo dentro di se.

“Ho sempre dovuto comportarmi in un certo modo per non dare del dispiacere ai miei. Fosse stato per mia madre non avrei potuto lavorare in TV. È iperprotettiva, ma poi la vita ci ha allontanate lo stesso”, ammette con voce rotta.

“Non sopportavo più di alzarmi la mattina e vedere tutta quella tristezza in famiglia”, dice tutto d’un fiato quasi sul punto di crollare. Dayane ascolta quello sfogo senza parlare.

Sonia racconta dell’amore che prova per il fratello e del dolore che ha dovuto affrontare quando lui, a causa di un incidente stradale, è stato costretto a vivere per un anno su di una sedia rotella: “Sento un forte senso di colpa nei loro confronti”, ammette scoppiando in lacrime: “avrei dovuto fare di più, essere più presente”.

Dayane cerca di confortarla e pur avendo esperienze di vita differenti, anche la modella sa cosa significhi soffrire: “Sono andata via di casa a sedici anni, non è mai tardi per aiutare la tua famiglia, puoi cambiare questa pagina della tua vita”.

Sonia appare inconsolabile: “Mi distrugge vedere il loro malessere. Loro non hanno colpa. Hanno fatto sacrifici. Si sono tolti tutto per darlo a noi”.

Dayane abbraccia la sua nuova coinquilina, continuando ad incoraggiarla ed esprimendole stima per la sua sensibilità.