"Io non sono come gli altri"
"Io non sono come gli altri"

"Io non sono come gli altri"

Danilo chiarisce finalmente con Luigi

Danilo e Luigi si ritrovano nella stanza da letto, finalmente da soli, in un momento di tranquillità. Parlano dei tatuaggi, del più e del meno, poi Danilo si fa avanti e approfitta dell’occasione per scusarsi ancora con il suo compagno d’avventura, della discussione avvenuta ieri tra di loro.

“Mi dispiace di quello che è successo, non era quella la mia intenzione” gli dice Danilo. Luigi si siede vicino a lui e finalmente possono confidarsi e chiarirsi. “Non ce l’ho con te, ma capisci che quando succede una cosa, più se ne parla più gli altri lo vedono. Io ho sbagliato, ho sbagliato anche stanotte, ma se uno ne parla è più visibile a chi ci guarda da casa. Se io fossi nei tuoi panni mi direi che ho sbagliato…” ammette Luigi.

“Quando ci siamo parlati, pensavo stessimo giocando come due amici” si giustifica Danilo. Luigi cerca di far capire a Danilo la sua opinione, ovvero, che è meglio non evidenziare l'errore di qualcuno con discussioni e le battute. “Sei venuto a farmi una partaccia, ho capito questo” continua Luigi. Poi interrompe Danilo per andare in bagno. La questione non è ancora chiusa. Torna in camera e proseguono. “Io ti capisco, e se posso, ti aiuto. Abbiamo sbagliato a discutere ieri.” Gli dice affettuosamente Danilo.

“Io ti avrei risposto che ho sbagliato e che avevo troppa voglia di farlo. Stanotte, per evitare di sbagliare ancora, ho dormito senza coperte, per non starci sotto insieme a lei” gli risponde Luigi. "L'importante è che tu sappia che l'ho fatto per te!" conclude Danilo. Il rapporto tra i due amici è ancora solido e, questa piccola incomprensione, speriamo si trasformi solo in un ricordo!