Michele Cucuzza: “Adriana ha leadership, non c’entra niente con le strategie”
Michele Cucuzza: “Adriana ha leadership, non c’entra niente con le strategie”

Michele Cucuzza: “Adriana ha leadership, non c’entra niente con le strategie”

L’intervista esclusiva al giornalista eliminato la scorsa settimana

- Michele, sei fresco di eliminazione, com'è andata la prima settimana senza la convivenza forzata? C'è qualcosa o qualcuno che ti manca?

È andata benissimo, sono un giornalista e sono abituato a stare fuori per lunghi periodi. Sono molto legato in particolare ai sei che si sono messi dal mio lato il giorno della mia eliminazione: Adriana, Barbara, Licia, Antonio, Denver e Fabio; ma ho ottimi rapporti con tutti.

- C’è qualcosa della Casa, nella routine che si era creata durante la giornata che le manca?

La palestra, facevo attività fisica tutti i giorni grazie a Denver. Non me lo dimenticherò mai, ogni giorno per un mese mi sono allenato.

-Ti sei scontrato al televoto con Adriana, grande protagonista di questa edizione, cosa credi abbia influito sul televoto?

Niente in particolare, Adriana è fortissima, sono sicuro vincerà e se lo merita, Fabio era forte, Barbara era forte; ero il più debole e il pubblico decide.

-Nella Casa durante questa settimana gli umori si sono particolarmente scaldati; Antonella accusa Patrick di essere un maleducato mentre lui definisce la showgirl una stratega; secondo te chi sta giocando una parte?

Adriana ha leadership, attitudine a dirigere un gruppo, è una qualità, non è un difetto, un’attitudine che Adriana ha sicuramente. Non c’entra niente con le strategie, è quando un gruppo riconosce in una persona il proprio leader. Patrick è straordinariamente dolce, una persona simpaticissima. Una sera non sapendo chi nominare gli ho detto “se ti voto ti arrabbi?” Lui mi ha risposto “votami pure!”. È una persona deliziosa Antonella è una mia vecchia amica un’ottima attrice e, secondo me, sa recitare in una maniera divina. Una sera ci siamo divertiti da pazzi perché lei fingeva di saper leggere i fondi del caffè, inventava tutto in maniera così plausibile! Non so se ci sono stati questi toni bruschi comunque Patrick è una persona amabilissima con il suo carattere forte. Il Grande Fratello è fatto per vincere, il gioco è questo non c’è niente di cui scandalizzarsi.

- Parliamo di Paolo: voi avete stretto un legame molto particolare da subito e possiamo dire che tu per primo avevi fiutato l'intesa del giovane con Clizia; credi che questa storia possa continuare fuori dal programma?

Scherzavamo, ridevamo e ci divertivamo insieme, a me piacciono i toni leggeri che non vuol dire superficiali; con lui è successo che spontaneamente ci siamo trovati. Io lo spingevo a darsi da fare perché avevo visto che anche Denver è uno che si muove. Con Clizia è una storia bellissima che ha fatto impazzire l’Italia perché è il romanticismo puro. Due persone pulite, due bellissimi giovani, è una storia stupenda e mi auguro che abbia il seguito che merita.

-Un pronostico, chi potrebbe vincere questa quarta edizione di GFVIP?

Tra gli uomini Antonio per la sua simpatia, il suo darsi delle arie, è talmente simpatico che fa morire dalle risate. Per le donne Adriana perché ha leadership, capacità di connettere gli altri e diventarne leader, poi ho una particolare simpatia nei conforti di Licia. È una donna forte che ha sofferto e per questo le sono stato vicino in momenti di difficolta anche perché lei investe molto in questo GF. Anche Clizia è una donna quadrata e matura, pur essendo molto giovane ha i suoi valori quindi anche lei secondo me merita molto.