Pierpaolo Pretelli: una lettera per Giada De Blanck
Pierpaolo Pretelli: una lettera per Giada De Blanck

Pierpaolo Pretelli: una lettera per Giada De Blanck

Pierpaolo chiede la mano alla contessina Giada De Blanck

In giardino si parla d'amore e di dichiarazioni. Pierpaolo spiazza tutti comunicando la volontà di farsi avanti con Giada De Blanck, la figlia della contessa. Quest'ultima sentendo la sua affermazione scoppia a ridere. "Vuole entrare in famiglia!", ironizza Enock. "Salutate il conte Pierpaolo De Blanck!", esclama Pierpaolo alzandosi in piedi con fare teatrale, scatenando l'ilarità di tutti.

Matilde pensa che sia opportuno dedicarsi ad una stesura ufficiale, data la particolarità dell'evento e così, sotto suggerimento di Pierpaolo, la scrittura ha inizio: "Carissima Giada ho avuto già il piacere di conoscere tua madre e mi ha lasciato in eredità una scatola di tonno. Prepara già una stanza e aumenta la servitù". Patrizia sorride divertita e si compiace quando nella lettera si fa riferimento “All’arrivo dei piccoli Blanckini” ipotizzando l’arrivo di nipotini.

Pierpaolo s'impossessa della lettera e la mostra a favore di telecamera: "Giada, qui ne va del mio futuro", commenta ironico e le risate di tutti si alzano nell'aria. L'atmosfera all'interno della Casa appare tranquilla e rilassata ma gli equilibri stanno per cambiare...