Rosalinda Cannavò a Sonia Lorenzini: “Sono apposto con la mia coscienza”
Rosalinda Cannavò a Sonia Lorenzini: “Sono apposto con la mia coscienza”

Rosalinda Cannavò a Sonia Lorenzini: “Sono apposto con la mia coscienza”

Tra le due inquiline c’è un tentativo di chiarimento, ma per ora una riappacificazione sembra molto lontana

Sonia, da sola in veranda con Rosalinda, decide di confrontarsi con lei per cercare di appianare le loro divergenze anche in vista del giorno di Natale.

Ma già dalle prime battute è chiaro che le inquiline ancora non sono pronte per affrontare i loro problemi. “Non è che sento di chiarire, ma ho ancora grandi dubbi su dite, ti sei comportata male”, esordisce Sonia.

“Questo mi dispiace, ma non era per farti del male, ti chiedo scusa per questo”, replica Rosalinda in tutta sincerità. Sonia si lascia andare a tutte le considerazioni che teneva dentro di sé da parecchio tempo e le ribadisce ancora una volta di non aver compreso le motivazioni che l’hanno spinta a nominarla:

“Non capisco perché dopo giorni che abbiamo trascorso insieme, che mi sono aperta con te, e sai quanto ho fatto fatica ad ambientarmi, tu mi nomini”. Rosalinda le ribadisce le sue scuse: “Forse ho sbagliato, ma ad oggi ho un rapporto talmente bello con tutti, che mi è costato nominarti, e ho sbagliato”, dice ancora una volta.

Sonia vuole andare più a fondo alla vicenda: “Poi non capisco perché tu hai confidato a Samantha certe cose e invece non ne hai parlato con Dayane che è la tua migliore amica”.

L’attrice tenta di difendersi: “Ma con lei non parlo di Nomination, ti ripeto, ma forse ho agito d’istinto”. “Ecco non agire più così, d’istinto, perché sbagli, ma su di te ho ancora troppi dubbi”, controbatte Sonia in tono duro.

Le due inquiline continuano a confrontarsi ma una riconciliazione appare ancora molto lontana.