MEDIASET ON DEMAND

LOGIN
  • Il tuo profilo
  • Esci
"Sono stato un figlio amato male"
"Sono stato un figlio amato male"

"Sono stato un figlio amato male"

Che Raffaello abbia avuto un’infanzia poco serena l’avevamo capito. L’opinionista parla poco della sua famiglia e del suo vissuto. Complice, forse, l’atmosfera intima che si è creata dopo la festa, ieri sera Tonon si è lasciato andare ad una serie di confidenze sul rapporto con i suoi genitori. “Stimo mia madre come donna, ma meno come mamma”, ha confessato. “Sono stato un figlio amato male, coccolato fisicamente ma suoi fondamentali non c’è stata, non c’è”, ha spiegato.

Raffaello ha raccontato di non aver mai avuto, nè sentito l’appoggio dei suoi cari, del padre primo fra tutti. “Non ho avuto le cose giuste sennò non sarei quello che sono”, ha sottolineato. Giulia ha provato a tirarlo su, facendoli notare di essere una bellissima persona, lui ha replicato dicendo che i problemi sono con se stesso, non con gli altri.

Aveva bisogno di sfogarsi e di aprirsi con quelli che sono diventati i suoi coinquilini. Parole forte quelle che ha pronunciato Tonon, soprattutto nei confronti di suo padre, con il quale non ha mai avuto un rapporto idilliaco. Un racconto intriso di dolore e sofferenza, culminato in un pianto…forse un pianto liberatorio.