Sossio Aruta e Andrea Denver: i disturbatori notturni
Sossio Aruta e Andrea Denver: i disturbatori notturni

Sossio Aruta e Andrea Denver: i disturbatori notturni

I due concorrenti organizzano un nuovo scherzo per i vicini di camera

È orma tarda notte nella Casa del Grande Fratello e Sossio, mentre alcuni compagni d’avventura dormono, propone a Denver un nuovo piano per svegliare i coinquilini della camera adiacente alla loro.

Il giovane coinquilino però, mostrandosi particolarmente restio verso il piano del calciatore, dice “Ma appena apri la porta Antonio e Paolo si svegliano, bisogna rimanere sulla porta” mentre Antonella, anche lei complice dei due concorrenti nel diabolico piano, esclama “Infatti non c’è modo di entrare come si fa?”.

Sossio allora, radunando alcuni palloncini e alcune pentole, inizia a distribuire il materiale per lo scherzo ai compagni di stanza dicendo “Io apro la porta, voi iniziate a fare rumore, così entriamo e li spaventiamo” mentre Denver subito aggiunge “Entriamo con cinque palloncini, ma io li farei scoppiare sulla porta altrimenti è rischioso, salta tutto”.

Tutto è pronto per l’imboscata dei VIP della camera accanto e Sossio, con l’aiuto di Denver e Sara, si avvia furtivo verso la porta; ma lo scherzo riuscirà? Chissà i compagni d’avventura come prenderanno l’ennesimo tentativo del calciatore di svegliarli nella notte, sicuramente il diabolico piano non passerà inosservato.

Alla squadra di disturbatori si aggiungono anche Antonella e Paola ma Sossio, vedendo Patrick ancora sveglio nel salotto in compagnia di Licia, prova a reclutarlo dicendo “Siamo tutti dai, vieni con noi” mentre l’ex gieffino con voce dubbiosa risponde “Sono combattuto, mi sembra di stare all’asilo, ma vedervi così è bellissimo”.

Licia allora, mostandosi molto comprensiva verso il compagno d’avventura, subito esclama “Devi fare come ti senti, è una tua decisione, a me non va adesso” mentre Antonella, richiamando Sossio, aggiunge “Lasciali stare, Patrick sei un traditore, adesso non scherzi perché c’è Licia”.

Il gruppo di disturbatori allora, carico di pentole e palloncini, si avvicina alla porta e il calciatore sottovoce dice “Al mio via apro la porta, facciamo rumore e poi scappiamo”. Lo scherzo prende il via e i VIP nella camera colpita sobbalzano sorpresi mentre la squadra di Sossio si nasconde nella stanza adiacente. Finalmente il diabolico piano è andato a buon fine ma chissà se i concorrenti importunati si vendicheranno al risveglio, staremo a vedere…