Stefania contrariata dal gruppo di preghiera di Paolo: "La fede è una cosa privata"
Stefania contrariata dal gruppo di preghiera di Paolo: "La fede è una cosa privata"

Stefania contrariata dal gruppo di preghiera di Paolo: "La fede è una cosa privata"

Nella camera blu Stefania dichiara di non apprezzare la religiosità troppo urlata di Paolo

Nella camera blu Francesco, Tommaso, Maria Teresa e Stefania si trovano a letto, chiacchierando in attesa di prendere sonno. In particolare l’influencer racconta all’amico la sua giornata tipo e descrive la casa in cui vive.

I loro discorsi vengono interrotti da alcune urla che sentono provenire da un'altra stanza, che inizialmente Maria Teresa e Stefania attribuiscono a un’ipotetica litigata che stanno perdendo.

Ascoltando meglio, però, i presenti comprendono trattarsi del gruppo di preghiera guidato da Paolo, che intona ad altissima voce l’Ave Maria. La grande concitazione della preghiera genera un certo sbalordimento e poi dello sconcerto, con Tommaso e Francesco che si scambiano sguardi di intesa.

A prendere la parola, dimostrando fastidio, è Stefania, la quale afferma di non apprezzare la spettacolarizzazione della fede: “È una cosa privata, bisogna avere rispetto di tutte le altre confessioni, per le altre fedi.” Non si può!”

Tutti concordano con la showgirl, però la bloccano quando fa le mosse di andare nell’altra stanza ed esprimere il proprio disappunto.

Maria Teresa cerca di far ragionare Stefania: “È appena arrivato, diamogli tregua un attimo”, commenta aggiungendo che non sanno bene com’è iniziata la preghiera. La donna però continua a essere contrariata, soprattutto per le urla che la disturbano molto.

Prime incomprensioni tra i vecchi inquilini e il nuovo entrato, dalla spiritualità decisamente pronunciata?