Stefania Orlando a Selvaggia Roma: “Sei arrivata come un fulmine a ciel sereno”
Stefania Orlando a Selvaggia Roma: “Sei arrivata come un fulmine a ciel sereno”

Stefania Orlando a Selvaggia Roma: “Sei arrivata come un fulmine a ciel sereno”

Dopo il confronto con Elisabetta Selvaggia cede alle lacrime e alla tensione, consolata da Stefania Orlando

Selvaggia abbandona la zona living dove il gruppo si appresta a cenare e da sola in camera da letto si abbanona alle lacrime. "È la tensione” dice Stefania che si avvicina per consolarla “io avrei parlato tranquillamente” esordisce Selvaggia che sembra provata dallo scontro con Elisabetta.

“Avevo voglia di parlare con il diretto interessato” dice la ragazza che spiega il motivo delle sue dichiarazioni “a volte lo vedo una vittima” prosegue poi rispondendo alle domande di Stefania. “Non hai mai pensato che potesse essere lui a giocare con lei?” domanda ancora Stefania ma Selvaggia sembra convinta delle sue idee.

“Se tu dici che lui è la vittima lei è automaticamente carnefice, Pierpaolo ha comunque accettato di vivere questa amicizia” prova a spiegarle Stefania che comprende la reazione di Elisabetta e non crede che Pierpaolo sia una vittima. Selvaggia ascolta la coinquilina e ribadisce le sue impressioni in virtù dell’amicizia che c’è tra i due da prima dell’entrata in Casa.

“Sei liberissima di esprimere le tue opinioni ma non andare sul personale” le consiglia infine Stefania, Selvaggia apprezza la sua vicinanza e il suo interesse “Mi piace che mi sei venuta a parlare” le dice ringraziandola. “Mi dispiace vedere le persone che litigano” risponde Stefania sorridendo “sei arrivata come un fulmine a ciel sereno” le dice concludendo la conversazione.