Un'Escape Room a tema Mondiali!
Un'Escape Room a tema Mondiali!

Un'Escape Room a tema Mondiali!

Tavassi e Edoardo hanno organizzato una nuova Escape Room per i compagni. Chi vincerà i mondiali di calcio? Saranno i Vipponi a scoprirlo

Gli inarrestabili Edoardos hanno organizzato una nuova Escape Room!

Le regole sono sempre le stesse: bisogna esplorare i vari angoli della Casa seguendo gli indizi e risolvendo gli enigmi nascosti tra gli oggetti. Se la scorsa volta l’obiettivo era trovare il cane perduto del Grande Fratello, questa volta i Vipponi sono addirttura volati in Qatar per un Escape...mondiale!

La premessa è a tema calcistico: c’è stata una fuga di notizie e hanno scoperto i risultati della finale dei mondiali. Quale squadra ha vinto l’ambito premio? Ovviamente il tutto è frutto della mente di Edoardo e Tavassi, quindi una palese finzione. 

La prima squadra è composta da Antonella, Luca, Daniele, Charlie e Wilma. Si parte dalla piscina e, dopo un momento iniziale di euforia, i VIP chiedono il primo indizio. La parola che potrebbe aiutarli è vetrate. Subito ai ragazzi si accende la lampadina e riescono brillantemente a correre in veranda dove un enigma sulle teste di moro li aspetta.

Risolto l’indovinello su un triangolo amoroso della scorsa edizione, la squadra procede spedita finché non ha a che fare con colori, sedie e frutti. Grazie all’aiuto dei game master, però, riescono a superare l’impasse e si dirigono fino al salotto.

Qui Luca dà un contributo fondamentale e risolve velocemente gli indovinelli.

Dopo una piccola sosta in camera da letto, i VIP finiscono in giardino dove simulano lo schieramento delle due squadre con oggetti di arredamento. I team che si sono affrontati, secondo il gioco, sono la Nigeria e l’Irlanda. Chi vince questo mondiale?

La prima squadra risponde l’Irlanda e il tempo si ferma. In soli trentadue minuti sono riusciti a risolvere tutti gli enigmi. Sono stati davvero veloci, sarà difficile batterli.

La seconda squadra è composta da Oriana, Micol, Patrizia, Luciano e Giaele.

I ragazzi sono meno veloci rispetto al team precedente e, in particolare, si bloccano all’enigma che verte sul triangolo di Alex Belli. Vedendoli bloccati, i game master danno qualche indizio in più.

Il suggerimento, però, fa innervosire Daniele che ritiene di non aver avuto lo stesso trattamento. Se la prende con Edoardo che non è in grado di essere un arbitro equo. Se ci sono delle regole devono essere rispettate.

Il ragazzo si difende: in tutte le Escape Room ci sono degli aiuti extra se le squadre non riescono ad andare avanti. Il clima muta e il team perde entusiasmo. I Vipponi sono stanchi di dover far fronte a polemiche inutili. Vogliono giocare, divertirsi e non gradiscono che concorrenti troppo competitivi rovinino loro l’esperienza.

Daniele va via e i ragazzi proseguono con gli indovinelli.

Con qualche indizio e qualche trovata di Micol, arrivano fino in giardino e rispondono alla domanda finale. Il loro tempo, però, non è all’altezza delle aspettative. Hanno impiegato ben quaranta minuti a risolvere tutto. Sono fuori dai giochi.

La terza manche vede protagonisti Attilio, Nikita, George, Onestini e Sarah.

Tra risate e battute, i ragazzi corrono tutti spediti. O quasi tutti. Attilio, infatti, li segue ciondolante e li osserva mentre si agitano per trovare indizi e risolvere indovinelli. 

Tutto fila liscio, solamente in salotto il team ha qualche piccolo intoppo.

In giardino, i VIP risolvono in breve tempo la famigerata domanda sulla finale e, quando Tavassi stoppa il cronometro, esplodono di gioia. Il loro tempo è il migliore di tutti. Hanno vinto! La squadra esulta, canta, si abbraccia. Si uniscono a loro anche i perdenti che ballano e  festeggiano.

L’esultanza prosegue per diversi minuti e radiosi sorrisi si dipingono sui volti dei Vipponi.

La coppa dei campioni? Una buonissima torta preparata dalla squadra perdente.

Anche questa appassionante Escape Room è giunta al termine! Tra lamentele, colpi di genio e corse contro il tempo la serata è passata in un baleno e il divertimento è stato mondiale!