Un ritratto per Sara Soldati
Un ritratto per Sara Soldati

Un ritratto per Sara Soldati

La modella riceve in dono un sorprendente disegno da Andrea Denver

È ormai tarda notte nella Casa del Grande Fratello e Denver, mentre alcuni coinquilini iniziano a coricarsi, rimane nel salotto per terminare il suo ritratto per Sara.

Il giovane concorrente, complici i consigli di Patrick, rivela anche lui un certo talento nel disegno e inizia a raffigurare nei minimi dettagli volto della giovane compagna d'avventura che, mostrando il suo miglior sorriso, rimane immobile sotto lo sguardo attento di Denver che esclama “Direi che ci siamo quasi, devo solo fare l’incarnato, tu però non girarti a guardare”.

Passa il tempo e l'opera del modello si fa sempre più somigliante a Sara al punto tale che Adriana, incuriosita dalla scena, si avvicina spiando il ritratto sul foglio di Denver e meravigliata si complimenta mentre Patrick, anche lui fiero del lavoro del giovane, lo incoraggia dicendo “Bravissimo Denver ma è bellissima, mischia del rosa e del marrone per l’incarnato, poi scurisci i capelli”.

Il ritratto è ormai completato e il giovane concorrente, mostrandosi particolarmente imbarazzato, porge il disegno a Sara dicendo “Puoi essere onesta se non ti piace” mentre l’affascinante coinquilina sorridendo risponde “Ma è molto bello invece, mi piace davvero, mi aspettavo di peggio” e mostrando il ritratto agli altri coinquilini esclama “Questo poi me lo lasci che lo voglio tenere con me”.